QuiCantù

Cantù, investe un pedone con la moto non assicurata e scappa: preso

L'uomo ha negato fino all'ultimo ma poi ha dovuto ammettere ogni responsabilità

Denuncia per omissione di soccorso, ritiro della patente e sequestro della moto. Ecco quanto è costato a un uomo di Cantù l'essere scappato dopo aver investito un pedone intorno alle 18 del 23 luglio 2019 tra piazza Piave e via Ballerini. Quando gli agenti di polizia locale di Cantù sono giunti sul luogo dell'incidente il motociclista pirata era già scappato dopo essersi rialzato dolorante. A terra, invece, era rimasto un 55enne rimasto ferito dopo l'urto con la moto. Fortunatamente alcuni testimoni sono riusciti a prendere il numero di targa della moto. Inoltre i vigili hanno trovato un pezzo di carena verosimilmente appartenente alla moto pirata e alcuni documenti che poi si è scoperto appartenere ai parenti del proprietario della moto. Insomma, per i vigili ce n'era abbastanza per partire con le indagini e dopo poche ore sono risaliti al motociclista che, però, si era recato al pronto soccorso del Sant'Anna per farsi medicare dicendo di essere caduto da un albero. Quando gli agenti di polizia locale gli hanno chiesto conto dell'accaduto lui ha negato di essere l'investitore e ha affermato che la moto non era più nella sua disponibilità da diversi anni. All'indomani, però, i vigili hanno effettuato un blitz presso la sua abitazione e davanti alle prove evidenti l'uomo ha ammesso ogni responsabilità. Vicino a casa sua è stata ritrovata la moto con un pezzo mancante che combaciava perfettamente con quello trovato dai vigili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

Torna su
QuiComo è in caricamento