QuiCantù

Cantù, partorisce in casa assistita dal marito: il miracolo del piccolo Riccardo

Mamma e figlio stanno bene. Il piccolo pesa 3,4 chilogrammi

Alessandro e Ylenia si erano recati all'ospedale soltanto qualche giorno prima, dopo che lei, come spesso accade nell'ultimo periodo di una gravidanza, aveva avvertito alcune contrazioni. I medici, però, l'avevano rassicurata dicendole che poteva ritornare a casa e che per la nascita di Riccardo occorreva aspettare ancora qualche giorno. Falso allarme, insomma. Ma quello di stamattina, 18 gennaio 2020, non è stato affatto un falso allarme.
La donna ha avuto contrazioni improvvise, questa volta più forti e accompagnate da movimenti sospetti nella pancia. Ylenia Ponti, infermiera di 38 anni, ha capito subito che Riccardo aveva fretta di nascere e ha immediatamente allertato il marito Alessandro Di Cola, 39 anni, sergente maggiore dell'esercito. L'uomo ha mantenuto il sangue freddo e si è subito adoperato per assistere la moglie nell'imminente parto. Nel frattempo il padre di Ylenia ha chiamato il 118. L'operatore dall'altro capo del telefono non ha fatto in tempo nemmeno a dare le istruzioni del caso: Riccardo è venuto alla luce alle ore 10.30.

Quando i soccorsi sono finalmente giunti nell'abitazione della famiglia, in via Padova a Cantù, Riccardo era avvolto in un asciugamano tra le braccia del padre. Madre e figlio sono stati portati all'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia dove i medici hanno potuto constatare le buone condizioni di entrambi. Riccardo pesa 3,4 chilogrammi e solo per precauzione, visto il modo inusuale e inaspettato con il quale è nato, è stato messo nell'incubatrice. Ad ogni modo mamma Ylenia e papà Alessandro hanno potuto tirare un grosso sospiro di sollievo e gioire di questa splendida, e un po' miracolosa, nascita. A loro i più grandi auguri e congratulazioni della redazione di QuiComo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • A Como arriva Decathlon: ecco come sarà

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Dalla Nasa all’apicoltura: il sogno di due ricercatori comaschi salverà il pianeta

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Pessime condizioni igieniche, la polizia chiude un locale di piazza San Rocco a Como: è la seconda volta

Torna su
QuiComo è in caricamento