QuiCantù

Un altro cavalcavia danneggiato da un tir: vigili del fuoco al ponte della ferrovia di Cantù

Verifiche dei pompieri in via Bengasi

Vigili del fuoco al ponte ferroviario di via Bengasi a Cantù

Ancora un ponte danneggiato da un camion, questa volta a Cantù al cavalcavia della ferrovia di via Bengasi. Solo pochi giorni fa il grave episodio di Carimate, con un cavalcavia danneggiato in modo serio da un mezzo pesante che ha costretto alla chiusura della provinciale Novedratese in quel tratto per 3 mesi per i lavori di demolizione e ricostruzione del ponte, nella mattina di mercoledì 20 marzo 2019 è successo a Cantù.

I vigili del fuoco del distaccamento di Cantù sono intervenuti su richiesta della polizia locale in via Bengasi per alcune verifiche dopo la caduta di alcuni mattoni dalla volta. I pompieri hanno riscontrato un modesto distacco dei mattoni che costituiscono la volta del ponte della ferrovia, ragionevolmente riconducibile ad un impatto con un mezzo di passaggio.

Non si tratterebbe, secondo le prime informazioni, di un danno grave come quello di Carimate, tanto che non è stato ritenuto necessario chiudere la strada, rimasta off limits per il traffico solamente per il tempo necessario a svolgere le verifiche. 
Rimasto regolare, invece, il traffico ferroviario. Atteso anche l'intervento di una squadra di Rfi per ulteriori verifiche.

Potrebbe interessarti

  • All'ospedale Sant'Anna impiantati i primi pacemaker senza fili

  • Como, in arrivo gli autovelox fissi in via Napoleona contro gli incidenti

  • Super pista ciclabile attraverso Como: lavori al via entro fine anno

  • Como, la rotatoria di piazza San Rocco sarà realtà entro settembre

I più letti della settimana

  • Incidente a Grandate, auto ribaltata alla rotonda dell'Iper: due donne ferite e caos traffico

  • Omicidio di Veniano, arrestato l'aggressore di Hans

  • Il Lago di Como e la grande bruttezza di Murder Mystery

  • Lago di Como, in agosto arriva il Floating Moving Concerts

  • Omicidio di Veniano, l’aggressore di Hans disperato in carcere confessa: la lite, poi le coltellate

  • La marcia della pace di Jacopo finisce in tribunale

Torna su
QuiComo è in caricamento