QuiCantù

Rissa alle giostre di Cantù per l'urto sull'autoscontro: un ragazzo in ospedale, l'altro scappato

La lite tra due giovani in corso Europa

Immagine di repertorio

Lite sfociata in un'aggressione tra due ragazzi davanti alle giostre di Corso Europa a Cantù.
E' successo nel pomeriggio di mercoledì 20 febbraio 2019, verso le 15.30.
Un litigio per motivi davvero futili, secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Cantù: un urto sull'autoscontro che ha scatenato la rissa.

Protagonisti due ragazzi, un marocchino di 20 anni e un altro giovane probabilmente albanese, che però si è dato alla fuga dopo il litigio.
Dallo scontro sulla giostra alle mani il passo è stato breve: i due si sono picchiati riportando entrambi ferite e contusioni. In un primo momento si era parlato della presenza di un coltello, poi smentita dai carabinieri. Un litigio così violento da far scattare la chiamata alle forze dell'ordine. A Cantù sono arrivati i carabinieri.
I due ragazzi si sono dati alla fuga: di uno si sono perse le tracce, mentre l'altro, il marocchino, è stato bloccato sempre in corso Europa dai carabinieri che poi hanno chiamato l'ambulanza.
Per il 20enne solo ferite superficiali: è stato portato all'ospedale di Cantù per essere medicato.

Potrebbe interessarti

  • Como, i geni della segnaletica: strisce da rifare dopo due giorni

  • La Valle Intelvi cerca un medico: vitto e alloggio gratis

  • Como, sciopero funicolare e treni Trenord: i giorni e gli orari, tutte le informazioni

  • Troppe biciclette a bordo: un esercito di riders blocca il treno da Milano a Como

I più letti della settimana

  • Cermenate, si spara davanti al bar: morto 32enne

  • Como, i geni della segnaletica: strisce da rifare dopo due giorni

  • Dramma a Montano Lucino: 37enne trovato morto nel parcheggio del cinema

  • I 10 eventi da non perdere in questo weekend a Como e al lago

  • Scoppia il serbatoio di Gpl, un morto a Gravedona

  • Mauro Pigazzini di Garlate, l'uomo morto nell'esplosione del serbatoio di Gpl a Gravedona

Torna su
QuiComo è in caricamento