QuiCantù

Rissa alle giostre di Cantù per l'urto sull'autoscontro: un ragazzo in ospedale, l'altro scappato

La lite tra due giovani in corso Europa

Immagine di repertorio

Lite sfociata in un'aggressione tra due ragazzi davanti alle giostre di Corso Europa a Cantù.
E' successo nel pomeriggio di mercoledì 20 febbraio 2019, verso le 15.30.
Un litigio per motivi davvero futili, secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Cantù: un urto sull'autoscontro che ha scatenato la rissa.

Protagonisti due ragazzi, un marocchino di 20 anni e un altro giovane probabilmente albanese, che però si è dato alla fuga dopo il litigio.
Dallo scontro sulla giostra alle mani il passo è stato breve: i due si sono picchiati riportando entrambi ferite e contusioni. In un primo momento si era parlato della presenza di un coltello, poi smentita dai carabinieri. Un litigio così violento da far scattare la chiamata alle forze dell'ordine. A Cantù sono arrivati i carabinieri.
I due ragazzi si sono dati alla fuga: di uno si sono perse le tracce, mentre l'altro, il marocchino, è stato bloccato sempre in corso Europa dai carabinieri che poi hanno chiamato l'ambulanza.
Per il 20enne solo ferite superficiali: è stato portato all'ospedale di Cantù per essere medicato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Arrestati i tre giovani rapinatori del supermercato MD di Mozzate

  • Incidenti stradali

    Incidente in autostrada a Grandate: 4 bambini tra le persone coinvolte

  • Centro storico

    Como, ciò che resta del Pane e Tulipani: piazzetta occupata dal degrado

  • Comune

    Forno crematorio di Como, presentato ricorso al Tar: tutto bloccato

I più letti della settimana

  • Poliziotto si spara: Questura di Como in lutto

  • Le 5 pasticcerie più buone di Como

  • Balneabilità del Lario: ecco dove si può fare il bagno nel lago di Como

  • Esenzione ticket sanitario, come richiedere il rinnovo

  • Matrimonio gay a Como: il sogno di Giulio e Bernhard si avvera

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

Torna su
QuiComo è in caricamento