QuiCantù

Arrestato per rapina e tentata violenza sessuale a Cantù: espulso dall'Italia

Nulla osta all'espulsione per il liberiano che aveva aggredito una donna in via Ariberto

Repertorio

Si è svolta nella mattinata di giovedì 30 agosto 2018 l'udienza di convalida dell'arresto dell'uomo di origine liberiana che il giorno prima aveva scippato, picchiato e tentato di violentare una donna a Cantù. L'uomo era stato arrestato da una pattuglia di vigili in borghese. L'arresto è stato convalidato. Il giudice ravvisando gravissimi indizi di colpevolezza ha sottoposto il liberiano alle misure cautelari personali del divieto assoluto di avvicinamento alla vittima e dell'obbligo di firma quotidiano.
E' stao concesso anche il nulla-osta per l'espulsione dallo stato.
L'avvocato dell'uomo, chiedendo la remissione nei termini, ha ottenuto un rinvio dell'udienza di una settimana.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Ed ecco l’avvocato di turno che blocca tutto e trova la leggina che annulla il rimpatrio!!

  • A fronte di un delinquente espulso, grazie al Giudice di questo caso, purtroppo ce ne sono a migliaia che grazie ad altri giudici si fanno beffa dell'Italia e degli Italiani!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Infortunio sul lavoro a Mariano Comense: operaio si amputa un dito

  • Incendi

    Incendio a Como, fiamme nella baracca dei senzatetto in via Regina Teodolinda

  • Cultura

    Commemorazione del 25 aprile a Como con Landriscina e Nessi

  • Cronaca

    Vandali contro la sede della Lega a Fino Mornasco: vetrate distrutte

I più letti della settimana

  • Lyubon, ucraina: uccisa mentre camminava sul bordo della strada

  • Il ciclista Ballerini multato da un vigile a Como: ecco com'è finita in tribunale

  • Investita da un'auto: donna di 37 anni morta a Beregazzo con Figliaro

  • Cantù, un mitra da guerra rubato in auto nel parcheggio di Acqua e Sapone: arrestati

  • Como, incidente in via Napoleona: donna ferita

  • Terremoto a Manila: l'impressionante video del comasco Ferdinando Milesi

Torna su
QuiComo è in caricamento