QuiCantù

Cantù, guida ubriaco e minaccia i carabinieri con un taglierino: arrestato

Trovato in possesso di altri 2 coltelli

Repertorio

Guidava ubriaco, poi, una volta fermato dai carabinieri, non ha esitato a minacciare i militari con un taglierino: per questo un 38enne residente a Casnate con Bernate è stato arrestato dai carabinieri di Cantù.

Il controllo

L'episodio nella notte di mercoledì 22 maggio 2019: l'uomo, C.E. le sue iniziali, cittadino italiano, è stato visto dai carabinieri mentre faceva manovre pericolose in auto, riconducibili ad una condizione di guida in stato di ebbrezza. I militari lo hanno fermato, ma durante il controllo il 38enne ha minacciato i carabinieri prima verbalmente e poi estraendo dalla tasca del giubbotto un taglierino. Subito è stato bloccato, nonostante cercasse di divincolarsi con spinte e strattoni.

L'arresto

A una successiva perquisizione personale e dell'auto, è stato trovato in possesso di altre 2 lame in acciaio lunghe 7 centimentri, sequestrate.
Sottoposto ad alcoltest, è risultato con un tasso alcolemico superiore a 2 g/l. E’ stato trattenuto nelle locali camere di sicurezza in attesa di rito direttissimo previsto per la giornata di mercoledì. Per lui le accuse sono di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere e guida in stato di ebbrezza.

Potrebbe interessarti

  • All'ospedale Sant'Anna impiantati i primi pacemaker senza fili

  • Como, in arrivo gli autovelox fissi in via Napoleona contro gli incidenti

  • Super pista ciclabile attraverso Como: lavori al via entro fine anno

  • Como, la rotatoria di piazza San Rocco sarà realtà entro settembre

I più letti della settimana

  • Incidente a Grandate, auto ribaltata alla rotonda dell'Iper: due donne ferite e caos traffico

  • Il Lago di Como e la grande bruttezza di Murder Mystery

  • La marcia della pace di Jacopo finisce in tribunale

  • Lago di Como, in agosto arriva il Floating Moving Concerts

  • Omicidio di Veniano, l’aggressore di Hans disperato in carcere confessa: la lite, poi le coltellate

  • I funerali di Hans Junior Krupe: il doloroso addio al ragazzo ucciso a Veniano

Torna su
QuiComo è in caricamento